CALEIDOSCOPIO

Dimmi quanti marshmallows hai mangiato e ti dirò che leader sei

Dimmi quanti marshmallows hai mangiato e ti dirò che leader sei

La capacità di fare le scelte giuste nei tempi giusti è una delle caratteristiche fondamentali dell'imprenditore di successo.

Non cedere di fronte alle scelte comode, saper intraprendere cammini di vero cambiamento e non accontentarsi di "soluzioni lampo" che alla lunga non gratificano, sono tutti requisiti fondamentali che si sviluppano fin dalla tenera età.

Quali sono le caratteristiche comportamentali che distinguono le persone capaci di ragionare in maniera strategica da quelle più orientate ad un approccio tattico del "qui e ora"?

Per entrare meglio nell'argomento, mi permetto di condividere un esperimento ideato dallo psicologo Mischel tra la fine degli anni '60 e gli inizi degli anni '70.

L'esperimento in questione, conosciuto come "Esperimento marshmallow di Stanford" è uno studio sulla gratificazione differita. Lo scopo della ricerca era capire il controllo che hanno i bambini sulla gratificazione differita, ossia la capacità di attesa per ottenere ciò che si desidera.

Come si è svolto l'esperimento?

E' stato individuato un campione di 600 bambini di età compresa tra i 4 e i 6 anni; questo campione è stato poi monitorato nel tempo fino all'inserimento dei soggetti nel mondo del lavoro.

I bambini scelti, furono accompagnati in una stanza vuota con un tavolo sopra al quale venne posto un piatto contenente dei marshmallows.

Ai bimbi fu detto che potevano mangiare i dolcetti, ma se fossero stati capaci di aspettare almeno 15 minuti prima di mangiarli, quando l'adulto che li aveva accompagnati fosse tornato, avrebbero avuto come premio altri marshmallows.

Solo un terzo dei bambini ebbe la capacità di resistere alla tentazione per ottenere la ricompensa.

Quando fu chiesto loro come avessero trovato la forza di resistere alla prova, la risposta più frequente che fu data è riconducibile alla capacità di rimanere concentrati sulla ricompensa durante l'attesa.

Il risultato più strabiliante dell'esperimento arrivò però dal follow-up degli anni successivi. Tenendo monitorati i bambini "resistenti" durante la loro carriera scolastica fino all'età adulta, si scoprì che questi soggetti avevano sviluppato più di altri, doti quali la resilienza, la disciplina e l'ambizione.

Lo studio sta continuando, e non è mio compito ragionare sui risvolti neurologici o cognitivi della sperimentazione.

Proverò, invece, a trarre delle conclusioni da questo studio che dura da 40 anni, dando la mia opinione come consulente che si interfaccia con imprenditori, con canditati che cercano lavoro e perché no, come professionista che tutti i giorni è chiamata a fare scelte e progettare soluzioni anche per la propria azienda.

Direi che le parole chiave sulle quali dovremmo tutti focalizzarci sono "motivazione e controllo", o ancor meglio "visione e controllo".

Il controllo per me è la capacità di definire dei paletti, e quindi degli step intermedi sui quali ancorare la propria operatività e conseguentemente produttività giornaliera.

Il controllo non esiste se non in funzione di un traguardo ben preciso, che per l'imprenditore corrisponde alla visione aziendale, per un candidato in cerca di lavoro corrisponde ad un desiderio di carriera e realizzazione di un ruolo e status ben preciso nel mercato del lavoro.

A parer mio, resilienza, controllo, dedizione, etc.. sono qualità umane che non possono esistere in mancanza di un obiettivo ben preciso.

L'ambizione, la chiarezza dello scopo demarcano la differenza tra chi "ce la fa e chi non ce la fa".

Avere il sogno di ottenere un dolcetto in più, permette di stare concentrato sull'obiettivo intermedio del "devo aspettare 15 minuti", mettendo in atto quindi strategie comportamentali difficili ma coerenti.

E tu, quale sogno hai? Quale strategia comportamentale stai mettendo in atto per raggiungerlo?

Non mangiare il tuo marshmallow subito, se sai che vuoi ottenere molto di più. L'atteggiamento giusto non consiste mai nel pensare per esclusione "o" "o", ma pensare in grande e in abbondanza "e" "e" per ottenere il miglioramento.

Conosci te stesso!

Chiara Pulzato

Copyright © 2015 Pura Italia - note legali